Come il cleptomane è un ladro ricco, così le bugie dei potenti si chiamano “narrazione”. Sul Web, dove i governanti non godono del monopolio delle menzogne che hanno su stampa e Tv, sono chiamate fake news o “post-verità”. Contrariate che il popolo bocci col voto tutti i loro capricci, le élite chiamano post-verità anche le notizie che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

“Roma, in quel Cie solo 48 povere donne chiuse in una gabbia”

prev
Articolo Successivo

“Assange con Putin e Trump”. La superbufala del Guardian

next