Niko Romito è patron e chef del Reale a Castel di Sangro, uno degli otto ristoranti italiani che ha 3 stelle Michelin. Non lontano da Rivisondoli, paese dove suo padre aveva convertito in ristorante la storica pasticceria di famiglia, qualche anno fa ha acquistato il monastero cinquecentesco di Casadonna e l’ha ristrutturato. Nel monastero, oltre […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Parla Dagostino: “I miei rapporti con il padre e la madre di Matteo? Non ho fatturato un euro”

prev
Articolo Successivo

Le segnalazioni

next