Il professor Donati ci ha raccontato il lavoro fatto in questi anni ed è emerso un quadro imbarazzante. Ci ha parlato marginalmente della vicenda Schwazer, il punto non è la squalifica ma il modo in cui questa vicenda si inserisce in un contesto assai opaco, ambiguo, vischioso. Di questo è bene farsi carico”, ha detto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Nella piazza dell’Ulivo, gli ultras laziali invocano la dipartita dell’odiato Lotito

prev
Articolo Successivo

Mont Ventoux, la corsa (a piedi) di Froome

next