Non è una novela brasileira, ma la procedura di destituzione per la presidente Dilma Rousseff – interrotta da un colpo di scena – ha sorpreso come in una fiction il Brasile, dopo che il nuovo presidente della camera Waldir Maranhão (ha sostituito ad interim Eduardo Cunha), ha annullato il voto del 17 aprile con cui […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Austria, la prima vittima degli xenofobi è Faymann

prev
Articolo Successivo

“La Gomorra-bis racconta tutte le cupe ambizioni di chi non teme la morte”

next