Il caso

Intercettazioni, Re Giorgio dice basta: “È giunta l’ora”

Il giorno dopo - Il presidente emerito parla a un convegno a Rebibbia e va dritto sulla riforma del processo penale: “Tempi maturi per rivedere le norme”

Di Fd’e
19 Aprile 2016

Dopo il boicottaggio del referendum sulle trivelle, la diarchia formata da Matteo Renzi e Giorgio Napolitano si muove per il bavaglio alle intercettazioni, vecchio pallino berlusconiano. È Re Giorgio a tracciare il nuovo solco anti-pm, dopo la Trivellopoli scoperchiata dalla Procura di Potenza: “Penso che sia più che matura l’esigenza di approvare la riforma del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.