Pochi applausi e tanta noia. La stanca fiducia a Gentiloni

Il premier - Il solito buon senso su banche ed Europa, attacca solo chi usa le Camere come un “social network” Ma l’aula è mezza vuota E pure i ministri sonnecchiano
Pochi applausi e tanta noia. La stanca fiducia a Gentiloni

Se dovessimo dar retta ad alcuni segnali rivelatori, per decretare che si è inaugurata ieri la fine legislatura più strascicata della Seconda Repubblica, dovremmo includere, nell’ordine: la presidente della Camera Laura Boldrini che chiama “deputato” Giorgia Meloni (sì, al maschile, proprio lei); l’onorevole Alessia Morani che si presenta al gran giorno della fiducia in jeans […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.