“Più pluralismo sul referendum”: il Cda Rai dice no

I consiglieri di maggioranza dem bocciano la proposta dei colleghi Diaconale, Mazzuca e Freccero che chiedono un intervento della Vigilanza
“Più pluralismo sul referendum”: il Cda Rai dice no

Come volevasi dimostrare. Il referendum costituzionale di ottobre provoca già scompiglio in Viale Mazzini e traccia un confine invalicabile fra i consiglieri di maggioranza e di opposizione. Come preconizza un giornalista graduato del servizio pubblico che resiste alle intemperie politiche: “Il governo vuole una campagna elettorale permanente che si disputa, soprattutto, sui canali Rai. Allora […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.