Però Medioriente e Libia in fiamme sono un’altra cosa

Ogni terrorismo ha una sua strategia, una serie di tattiche, una sua grammatica e una sua pedagogia. Sappiamo quasi tutto sulla strategia terroristica delle formazioni islamiste, conosciamo molto bene le loro tattiche e applichiamo la loro stessa grammatica quando rispondiamo simmetricamente alle provocazioni. Nonostante le lezioni che ci sono state impartite, non abbiamo però tratto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.