Per vocazione o per scelta, l’utero in affitto è un affare

Interessi - Dalle agenzie californiane alle cliniche indiane, business miliardari travestiti da abnegazione materna e sacrificio spirituale
Per vocazione o per scelta, l’utero in affitto è un affare

Building families from 1993”, “costruiamo famiglie dal 1993”: la frase è in alto, in evidenza sul sito di un’agenzia del Maryland, negli Usa, che offre servizi a pagamento di maternità surrogata, il cosiddetto utero in affitto. Una pratica legale in molti stati, in alcuni solo se gratuita. “Le donne diventano surrogate per molti motivi – […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.