“Ora che Maria Rita si è uccisa, noi ex boss invochiamo lo Stato”

Il suicidio per ’ndrangheta - Viaggio nella Calabria dei Logiudice, tra violenza, omicidi, pentiti e guerre tra famiglie di mafia
“Ora che Maria Rita si è uccisa, noi ex boss invochiamo lo Stato”

Parente uno: “Amico mio, se noi Logiudice fossimo ancora quelli di una volta, una famiglia di mafiosi potenti, avremmo fatto saltare l’università che frequentava la povera Maria Rita. Avremmo preso uno a uno i suoi compagni per i capelli e li avremmo interrogati. Invece ci appelliamo allo Stato, alla giustizia, a quelli che per noi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.