“Muori troia”, Il web contro Valentina

Ha buttato il figlio dal balcone. Il popolo da tastiera ha già deciso la sentenza: “Deve morire”
“Muori troia”, Il web contro Valentina

All’alba del 30 maggio una ragazza trentaquattrenne di Settimo Torinese, Valentina Ventura, ha partorito un bambino nel bagno di casa sua, l’ha avvolto in un asciugamano e l’ha lanciato dal balcone, al secondo piano, in mezzo alla strada. Un atto fuori dall’umana comprensione, che perde ancor più senso leggendo il resoconto dell’interrogatorio a cui Valentina […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.