Magnetic Zeros: ricerca di sé, con una voce in meno

Il principale risultato ottenuto con PersonA, quarto disco del collettivo hippie-folk Edward Sharpe & Magnetic Zeros, “è quello di essere diventati ciò che ora siamo: una vera band”, dice il frontman Alex Ebert, in questi giorni in Italia per due date, a Cesena e Milano. “Ci sono voluti altri tre album per cercare di esserlo […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.