L’autista e la falsa cintura. Fine della fuga per Younes

Barcellona - Quattro giorni dopo l’attentato alle Ramblas il 22enne riconosciuto da una passante. Sparatoria con le forze di sicurezza. La polizia: “La cellula non è smantellata”
L’autista e la falsa cintura. Fine della fuga per Younes

C’è poco da esultare – in senso investigativo, s’intende – per la morte del fuggitivo Younes Abouyaaquoub, il killer delle Ramblas, abbattuto ieri pomeriggio alle 16 e 30 dai Mossos D’Esquadra (la polizia catalana), dopo essere stato intercettato sulla carretera commerciale C-243b, ai confini del territorio municipale di Subirats, una cinquantina di chilometri a nord-est […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.