Labocetta e Corallo in manette, ora le scuse a Rapetto

Ora che il re delle slot machine Francesco Corallo e l’ex parlamentare del Pdl Amedeo Laboccetta si trovano in carcere perché accusati di aver riciclato centinaia di milioni di euro frutto dell’evasione fiscale sul gioco on line, sarebbe bello che qualcuno si decidesse a chiedere scusa all’ex generale della Guardia di Finanza, Umberto Rapetto. Nel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.