La sorella Teresa: “Con lei si rideva per un arrotino”

La sorella Teresa: “Con lei si rideva per un arrotino”

Virginia, la figlia, e Teresa, la sorella, hanno avuto il coraggio di aprire il quaderno di Anna Marchesini, a due settimane dalla sua morte. Un rito privato, intimo, dove poter piangere e ridere, ridere e piangere senza troppe parole. “Eravamo solo noi – racconta Virginia – e devo dire grazie a mamma. Per carità, è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.