La saga Sala: cade anche il segretario generale (imputato)

Povero Sala: non riesce a farne una dritta. Appena eletto sindaco di Milano, l’ex commissario Expo Giuseppe Sala, prima ha messo il suo socio in affari a capo del più delicato degli assessorati, quello al bilancio; poi ha nominato immediatamente capo di gabinetto il suo braccio destro in campagna elettorale, prima di fare una gara […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.