La “modica quantità” non fa (troppo) male

La parola agli esperti - Cosa c’è da sapere sulla sostanza incriminata per vivere e mangiare tranquilli
La “modica quantità” non fa (troppo) male

Nell’ultimo anno, da quando è partito il primo allerta europeo sulle uova al Fipronil, potremmo aver consumato, senza saperlo, fettuccine, maionese, biscotti e naturalmente frittate contaminate da un antiparassitario tossico e bandito dall’Ue. Speriamo almeno di averle ingerite saltuariamente. Quali rischi abbiamo corso? E quali corriamo ora se incappassimo in alimenti inquinati dall’ insetticida? Per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.