La formula magica per la canzone perfetta: che sia buona, non nuova

Un ciclo di laboratori per musicisti. Filippo Gatti: “La creazione può venire in un’ora, per raccontarla però servono anni”
La formula magica per la canzone perfetta: che sia buona, non nuova

Avolte basta una canzone, anche una stupida canzone, solo una stupida canzone, a ricordarti chi sei”: è un miracolo, e ha ragione a cantarlo, Brunori Sas. Solo che valla a capire, quale sia la formula segreta di un brano, quella che arriva a chi ascolta come un magico intruglio di stregoni che invece, con quelle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.