La felicità nella compassione

Essere umilie attenti. Un esercizio continuo. Anche quando ci diamo all’ebrezza, alla levità, non bisogna perdere di vista l’esercizio dell’umiltà e dell’attenzione. Possiamo inciampare in qualsiasi momento. E quando stiamo in piedi dobbiamo sempre avere un pensiero per chi è caduto. Oggi qualcuno ha subito una condanna, un uomo ha avuto la notizia che ha […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.