“Kalimba de luna”, così nel 1983 l’Italia scopre Toni Esposito

“Kalimba de luna”, così nel 1983 l’Italia scopre Toni Esposito

La musica italiana è strana. Può capitare, e capita spesso, che un musicista assai dotato, aduso a suonare con Gato Barbieri e Giberto Gil, sia conosciuto nel suo paese principalmente per due canzoncine scritte – volutamente – con il mignolo sinistro. La prima si chiama As tu as, anno 1985. La seconda, premiata come la […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.