Il fiume lento di Soldini per resistere alle nevrosi

Due storie, due sguardi antichi sul mondo di oggi
Il fiume lento di Soldini per resistere alle nevrosi

Silvio Soldini girò il suo primo documentario nel 1986. Da allora sono passati 30 anni, ma desideri e curiosità non hanno cambiato corso e direzione. Ne Il fiume ha sempre ragione, nei cinema dall’8 settembre con Wonder Pictures e Fil Rouge Media, scorrono sullo schermo confluendo nei ricordi e nella bellezza dei gesti lenti due […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.