I difensori dei boss fuori dall’antimafia

La battuta che circola tra i ragazzi dei movimenti antimafia milanesi è impietosa: “Un difensore di mafiosi nell’antimafia è come Dracula alla presidenza dell’Avis”. Il caso è quello di Maria Teresa Zampogna, voluta da Forza Italia nel comitato antimafia della Regione Lombardia. La battuta, in verità, è vecchia e non dà piena ragione del fatto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.