I clienti scontenti

Gentile Arnaud de Puyfontaine, da quando è diventato presidente di Telecom Italia noi provinciali non facciamo altro che pensare all’incipit del Viaggio sentimentale di Laurence Sterne (“Questa faccenda sarebbe stata meglio regolata in Francia”): già 250 anni fa un senso di inferiorità era diffuso al di là della Manica come al di qua delle Alpi. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.