Gli infiniti “Cristi” d’Italia appesi e dilaniati da Cuoghi

Al Madre di Napoli fino al 18 settembre e alla Biennale di Venezia fino al 26 novembre. Una grande macchina-laboratorio con soggetto unico e moltiplicato: il Messia
Gli infiniti “Cristi” d’Italia appesi e dilaniati da Cuoghi

Imprevedibile e fantastico Roberto Cuoghi. Una qualità che molti artisti possiedono, ma non in questi anni scomposti e soprattutto ancora meno quando raggiungono notorietà ad alti livelli. Che a Cuoghi – modenese classe 1973 – non sono mai interessati, tanto da arrivare lentamente all’odierna ribalta da star, rispetto ai coetanei degli anni Novanta celebri (diretti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.