Etruria, assolto Fornasari. Uno schiaffo a Bankitalia

Appena Renzi conquistò Palazzo Chigi il presidente, inviso ai massoni, fu fatto fuori con l’accusa di ostacolo alla Vigilanza. E gli amici di papà Boschi si presero la banca
Etruria, assolto Fornasari. Uno schiaffo a Bankitalia

Il 21 marzo 2014 Matteo Renzi e Maria Elena Boschi sono presidente del Consiglio e ministra da un mese. Uomini in divisa entrano in Banca Etruria ad Arezzo e perquisiscono gli uffici del presidente Giuseppe Fornasari, del direttore generale Luca Bronchi e del dirigente David Canestri. L’accusa che viene dal procuratore Roberto Rossi, consulente di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.