Il 21 marzo 2014 Matteo Renzi e Maria Elena Boschi sono presidente del Consiglio e ministra da un mese. Uomini in divisa entrano in Banca Etruria ad Arezzo e perquisiscono gli uffici del presidente Giuseppe Fornasari, del direttore generale Luca Bronchi e del dirigente David Canestri. L’accusa che viene dal procuratore Roberto Rossi, consulente di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

I cyborg-senatori e la maxiballa della nuova scheda

prev
Articolo Successivo

Stampubblica, tagli ai costi per fondersi

next