“Era uno tra i ragazzi che coltivavo in Vaticano”

Giovanno D’Ercole - Il vescovo di Ascoli: “Raffaele è uno bravo, andrò presto a trovarlo in carcere”
“Era uno tra i ragazzi che coltivavo in Vaticano”

Raffaele era un bravo ragazzo, faceva parte dei ragazzi che coltivavo quando lavoravo in Vaticano”. A parlare di Raffaele Marra, arrestato ieri per corruzione, è monsignor Giovanni D’Ercole, vescovo di Ascoli Piceno. Fino al 2009, per vent’anni, è stato un alto prelato del Vaticano dove si è anche occupato di attività sociali soprattutto con ragazzi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.