Ecco perché la missione per l’Italia è solo un danno

Controproducente - Il blocco dei flussi migratori è facilmente aggirabile verso ovest, la lotta ai jihadisti rischia di farci diventare un obiettivo
Ecco perché la missione per l’Italia è solo un danno

Cosa faranno, veramente, i quasi 500 soldati italiani che il governo uscente Gentiloni intende mandare in Niger in funzione anti-immigrazione e anti-terrorismo? A settembre l’Italia era pronta a inviare nel sud della Libia un centinaio di Carabinieri per addestrare le guardie di frontiera locali al fine di ristabilire il controllo dei confini meridionali con Niger, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.