Due Procure al lavoro sulla bandiera neonazi

Due Procure al lavoro sulla bandiera neonazi

“Probabilmente non è stato commesso nessun reato militare, ma c’è un problema disciplinare e un grande problema culturale”, parola del procuratore militare di Roma Marco De Paolis, che ha avviato un’indagine sulla bandiera del Secondo Reich, oggi utilizzata da gruppi neonazi in Italia e in altri Paesi d’Europa, esposta in una stanza della caserma dei […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.