Dopo la distruzione, l’equilibrio. Solo allora la vita è possibile

De Matteo racconta Anna (Margherita Buy) che, con il figlio 13enne, scappa da un marito violento per cercare un nuovo posto nel mondo
Dopo la distruzione, l’equilibrio. Solo allora la vita è possibile

Il ritorno da scuola, in bicicletta, con un amico. I discorsi sul calcio, la casa per meta. Valerio rientra e vede quello che mai avrebbe voluto: il padre che colpisce la madre, con due pugni in pancia. Valerio se la fa addosso, e un po’ anche noi. È l’incipit de La vita possibile, quinto lungometraggio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.