Da Lenin a Civati, per una sinistra atea e razionalista ma umanista

Il festival agnostico di Senigallia con vari parlamentari e le assonanze con il Rapporto Ilitchev del 1963

Esiste una sinistra atea che non guardi a papa Bergoglio come riferimento ideale per le sue battaglie? Sì, esiste. È piccola, una minoranza della minoranza, ma grazie al Cielo è viva e lotta con noi. È la sinistra che si ritroverà dal 6 all’8 ottobre a Senigallia, nelle Marche, per il primo Festival Laico Umanista organizzato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.