Cutro, il pentito e i veleni sulla “sindaca” di Reggio E.

I “parenti” della Sergio, moglie del primo cittadino, dirigente sotto Delrio
Cutro, il pentito e i veleni sulla “sindaca” di Reggio E.

“Ne imperversavano diverse di famiglie, a Cutro, negli anni 70”, ha raccontato il pentito imputato Antonio Valerio al processo Aemilia che ha scoperchiato il bubbone della ’ndrangheta di Cutro (Reggio Calabria) in Emilia. E il primo nome che fa è quello di un Sergio (cognome) “parente – dice – della ‘sindachessa’ consorte del sindaco di […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.