Condannato per mafia l’ultrà juventino che inguaiò Agnelli

Condannato per mafia l’ultrà juventino che inguaiò Agnelli

Per il tribunale di Torino l’ultrà è uno ‘ndranghetista. Rocco Dominello, il tifoso in contatto con i vertici della Juventus per il quale Andrea Agnelli deve affrontare un processo sportivo che può costargli la squalifica, è stato condannato a sette anni e nove mesi di carcere per associazione mafiosa e tentato omicidio. Suo padre Saverio, […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.