» Italia
venerdì 23/06/2017

Così Raffaele Marra parlava della Raggi: “Con me ha soggezione, scappa”

Corruzione - Le conversazioni del funzionario inquisito
Così Raffaele Marra parlava della Raggi: “Con me ha soggezione, scappa”

Beppe Grillo voleva cacciarlo subito dopo la sua intervista, pubblicata dal Fatto il 5 novembre scorso, dice al telefono Raffaele Marra – sotto processo con l’accusa di concorso in corruzione in concorso con il costruttore Sergio Scarpellini – e si chiede: “Come mi cacci via che sono un dirigente pubblico?”. Sostiene che dietro la richiesta di Grillo vi siano tre parlamentari del M5S e definisce “mignotte mentali” Roberta Lombardi, Carla Ruocco e Paola Taverna. Poco lusinghiere anche le parole riservate a Virginia Raggi che, sostiene Marra, per quanto riguarda la nomina di suo fratello – Renato Marra – a capo del dipartimento turismo, “sta facendo la vittima”. La nomina di Renato Marra è nel fascicolo d’indagine sulla Raggi, accusata di aver detto il falso, quando ha sostenuto di aver nominato il dirigente senza consultarsi con suo fratello Raffaele. “Basta a fare la vittima!”, dice Marra intercettato, “Diglielo ‘basta a fare la vittima’, si lamenta sempre! Io le ho mandato i messaggi e lei non mi risponde e io che cosa posso fa’?”. E ancora: “Mi deve dire che io so’ scorretto. Ha paura di dirmi che io so’ scorretto. Perché io la mando a fanculo. Se lei mi dovesse di’ ‘tu non me l’hai detto’, io direi ‘guarda, sei ‘na bugiarda’”. Sono giorni in cui la Raggi sembra evitarlo: “Non vuole parlare con me perché dice che non ha tempo. Ma non è una giustificazione. Ma perché non vuole parla’ con me? Perché ha paura… perché quando lei parla con me è in soggezione… in questo momento non è in grado di sostenere la conversazione con me. E allora evita, scappa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Italia

Raggi, ecco accuse e difese: gli addebiti e le difese dell’indagata. Che fine può fare la sindaca

Italia

Consip, “Scafarto passò informazioni a un uomo dei Servizi segreti”

Da Minniti ad Alfano, corsa a gestire la “Fase 2” in Libia
Italia
Oltre le Ong - L’obiettivo: evitare che i migranti partano

Da Minniti ad Alfano, corsa a gestire la “Fase 2” in Libia

I commenti per questa discussione sono chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×