Catture e buchi nell’acqua. Ordinario terrore a Bruxelles

Dal quartiere sono partiti i kamikaze: ferito e catturato un sospetto. Nel mirino un altro attentatore del metrò. Nel commando c’era un giornalista-reclutatore

Arriva venerdì mattina il segretario di Stato americano John Kerry che porta tutta la solidarietà degli Stati Uniti e forse, quel che conta di più, anche un supporto d’intelligence anti Isis. Lo accoglie il premier Charles Michel che precariamente guida un governo nel caos, in crisi per le accuse di “disfunzionamento serio” della polizia e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.