Cacce al tesoro, naufragi virtuali e quadri animati

Cacce al tesoro, naufragi virtuali e quadri animati

A farlo entrare nel museo è stato – vero cavallo di Troia – il Metropolitan Museum of Art di New York, quando cinque anni fa decise di gettare la spugna sul divieto ai visitatori di entrare col telefonino. Una volta dentro, conseguenza naturale è stata usarlo per sostituire le autoguide, apparecchi preistorici che costavano ulteriori file […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.