“Botte, baci, lutti, successi e lacrime. Però mi sono goduta tutto troppo poco”

Quarant’anni di carriera per una delle attrici più premiate del cinema e del teatro
“Botte, baci, lutti, successi e lacrime. Però mi sono goduta tutto troppo poco”

Tende anche davanti l’ingresso, quadri, scatti in posa, foto sul caminetto, la porta socchiusa di una stanza (“di la c’è un’amica che per ora vive qui. Io non posso stare da sola”); il Telegatto, i due David di Donatello, il Nastro vinto a Venezia, e ancora premi, ricordi, libri sistemati sulle mensole. Un caos ordinato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.