Bombe nere e i Servizi sapevano: ora è storia

Strage di Brescia - Maurizio Tramonte scompare dopo la sentenza, ma viene arrestato in Portogallo
Bombe nere e i Servizi sapevano: ora è storia

La breve fuga di Maurizio Tramonte è durata poche ore. Sparisce dopo la sentenza della Cassazione che martedì notte lo condanna all’ergastolo per la strage di Brescia. Viene arrestato a Fatima, in Portogallo, la mattina seguente. Ora dovrà scontare la sua pena. Perché, finalmente, una strage nera ha dei responsabili. Sono Carlo Maria Maggi, capo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.