Attenti alle reazioni impulsive: l’Isis non si batte con le bombe

Attenti alle reazioni impulsive: l’Isis non si batte con le bombe

Guardando con razionalità alla vicenda, dovremmo dire che non avrà influenza sulle politiche che riguardano la questione libica e quella siriana. Ma, come sappiamo, l’impulso a reagire avrà delle implicazioni che probabilmente si tradurranno in una maggiore tendenza all’interventismo. Basta guardare il comportamento assunto dopo gli attentati di Parigi dalla Francia, dove la propensione a […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.