Assunzioni e nuove spese, la Sicilia va in ferie

Mance - Ultima seduta dell’assemblea regionale che si prepara alle elezioni di novembre
Assunzioni e nuove spese, la Sicilia va in ferie

La stabilizzazione dei Vigili del fuoco cosiddetti “discontinui”, l’istituzione di due nuovi parchi archeologici, i Monti Peloritani e le Terre degli Elimi e 10 miliardi di euro di investimenti per le strade siciliane rinviati alla ripresa di settembre, a soli due mesi dalle elezioni regionali previste il 5 novembre. Cento giorni dopo avere votato l’ultima […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.