Amato e il furto dai conti correnti ovvero è del poeta il fin la meraviglia

Giuliano Amato è un uomo sorprendente. Anzi è un poeta se, come dicono, del poeta è il fin la meraviglia. Ieri ad esempio, sul Corriere della Sera, ha rievocato dopo 25 anni i fatti che precedettero l’uscita dell’Italia dallo Sme, il sistema di cambi fissi europei progenitore dell’euro che ci stava strangolando: ora, non si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.