Adriano Olivetti, l’uomo dei sogni diventati realtà

La storia, la parabola, la visione umana e societaria di un ingegnere-imprenditore in grado di costruire una delle aziende più avveniristiche del Paese. Fino alla morte improvvisa nel 1960
Adriano Olivetti, l’uomo dei sogni diventati realtà

Adriano Olivetti, l’utopista che conservava la capacità di nutrire speranze, progetti. Mutuando il titolo del libro di uno tra i suoi più stretti collaboratori, il sociologo Franco Ferrarotti, la sua è stata una “concreta utopia”. “Era un uomo di cultura che riteneva indispensabile e moralmente necessario mettere alla prova, sul banco della pratica quotidiana le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.