A Brescello sott’acqua, dove ritorna il sogno di don Camillo

Caro Enrico, qui si litiga su Babbo Natale. L’anno scorso c’era stata la guerra dei presepi. Prima ancora, quella dei pini natalizi. Quest’anno a Sovico, in Brianza, è stato spento il disegno che proiettava Santa Claus sulla facciata dell’oratorio di san Giuseppe con la slitta piena di doni trainata dalle renne. Qualcuno deve avere indottrinato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.