Elezioni

Delirio-simboli: arancioni, folli, Pinocchi e Panzironi

I contrassegni al Viminale - Ci sono i Poeti d’Azione e i gilet del generale Pappalardo. Ma molti devono ancora raccogliere le firme

Di Federico Sorrentino Icons/ascolta
13 Agosto 2022

Dalla ghigliottina ad un Pinocchio preso a calci, passando per la forma stilizzata d’un corpo femminile che “diventa albero” e il logo arancione dei gilet che vogliono “cambiare musica”. Sono tanti i colori, i nomi, gli slogan e le curiosità legate ai contrassegni politici depositati ieri al Viminale in vista delle elezioni del 25 settembre. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.