Porcupine Tree

“L’arte è piena di populisti: non saremo mai su TikTok”

Musica - Dopo 12 anni di silenzio, la band prog-rock firma l’album “Closure/Continuation” e si prepara al tour: “Oggi viviamo nella prigione dei social. È tutto bianco o nero: non c’è più il grigio”

3 Luglio 2022

“Rinnamorarci della musica: è quello che abbiamo cercato di fare dopo uno stop di 12 anni”, dicono Steven Wilson e Richard Barbieri, frontman e tastierista della band prog-rock Porcupine Tree a Milano, dove si trovano per presentare Closure/Continuation, undicesimo capitolo della loro discografia. Formatasi nella metà degli anni 80 in Inghilterra, la band mancava dalle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui