Migranti e fucili

Papa Francesco e la frase sull’ex ministro Minniti, “criminale di guerra”

Alla Cei - La risposta a Betori, cardinale di Firenze

Di Stefano Baudino
2 Giugno 2022

Il 27 febbraio, il papa avrebbe dovuto partecipare all’“Incontro dei vescovi e dei sindaci del Mediterraneo” a Firenze, ma declinò a causa della presenza dell’ex ministro dem Marco Minniti. È quanto rivela il sito “vaticanista” Silere Non Possum sulla riunione a porte chiuse tra Bergoglio e i vescovi italiani, il 23 maggio nell’aula Paolo VI per l’apertura della 76° Assemblea Plenaria della Cei. Rispondendo a una domanda del vescovo di Pinerolo Derio Olivero, il papa avrebbe motivato la sua assenza al convegno fiorentino affermando di non essere partito su consiglio medico, per non forzare il suo ginocchio dolorante. Aggiungendo, però, che gli fu riferito che all’incontro sarebbero state presenti persone implicate nell’industria delle armi, tra cui Minniti, e che dunque “era meglio che il papa non partecipasse”. Il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, avrebbe però sostenuto che il papa fosse stato “informato male”, poiché “c’erano due convegni: quello dei vescovi e quello dei sindaci”, a cui i vescovi si sarebbero uniti “solo successivamente”. Secca la replica del papa: “No, tu puoi continuare a dire quello che vuoi, a me hanno detto che c’erano questi signori e ho visto i video di questi invitati, c’era anche Minniti. Poi mi hanno fatto vedere quando erano al ministero quali leggi hanno fatto, sono dei criminali di guerra. Ho visto anche i campi di concentramento in Libia dove tenevano questa gente che loro hanno respinto!”.

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui