Senato

Csm, niente fiducia al Senato: forse voto dopo i referendum

Giustizia - I tecnici a Cartabia: la richiesta di sostegno al governo farebbe tornare il testo alla Camera. L’ok finale alla riforma slitta a metà giugno

14 Maggio 2022

La riforma del Csm, approvata in prima lettura alla Camera il 27 aprile, dopo settimane di trattative e litigi tra i partiti di maggioranza, è bloccata al Senato e con ogni probabilità diventerà legge dopo il referendum sulla Giustizia del 12 giugno. Con un ulteriore rischio che preoccupa la ministra della Giustizia, Marta Cartabia: se […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.