Poteri oscuri

Carboni: “Senza l’intoppo di Calvi io premier al posto di Berlusconi”

Le ultime confidenze - Vaticano, mafia e crac Ambrosiano: faccendiere al centro dell’enigma sul “banchiere di Dio”

25 Gennaio 2022

Aveva amici fra gli alti prelati vaticani e nei bassifondi della mala romana. Era intimo di un presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, e un altro, Antonio Segni, benedì i suoi esordi nei Palazzi che contavano. Raccontava del legame profondo che lo univa al principe Caracciolo, editore di Repubblica, ma non disdegnava i palazzinari della Roma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.