Amato - Le mille vite dell’uomo senza dita

Lo zerbino di Bettino, l’esordio tra gli scandali e il 1° decreto salva-B.

“A contratto” - Definisce Craxi “cravattaro”, poi diventa il suo consigliori. I tangentari di Torino e la legge ad personam per Silvio

19 Gennaio 2022

Puntuale come a ogni elezione presidenziale dagli anni 80 del secolo scorso, si affaccia la candidatura di Giuliano Amato. Uomo dal cognome-ossimoro e dai molti soprannomi – “Dottor Sottile”, “Tigellino”, “Sir Biss”, “professionista a contratto” e “Giuda” (sugli ultimi due, copyright di Bettino Craxi) – è il Picasso della politica. Solo che il grande Pablo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare