Il memoir

La Lady D della Birmania, un’amazzone libera e fiera

Da Mandalay a Firenze, le “nove vite” di June Rose Yadana Bellamy, l’ultima principessa del Myanmar prima che diventasse Repubblica: era una donna labirinto, che amò dittatori e fantini

Di Michela A. G. Iaccarino
16 Gennaio 2022

Non una vita sola, ma nove. Non un unico nome, ma due: si chiamava June Rose Yadana Bellamy. In birmano invece l’avevano battezzata Yadana Nat Mei, “dea dei nove gioielli”. “Se vuoi scrivere questo libro, dobbiamo fare in fretta perché tra poco morirò”. Lo dice la principessa birmana al giornalista della Stampa, Francesco Moscatelli, quando […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.